• Guida alla manutenzione

    FINESTREPERSIANESCURONI

    Guida alla manutenzione

    I Serramenti

  • Il serramento in legno

    Il serramento in legno da lei scelto, ha una caratteristica fondamentale: è costruito con un materiale vivo e naturale per eccellenza, con peculiari ed ineguagliabili caratteristiche chimico/fisiche ed estetiche, in costante armonia con i fattori ambientali che lo circondano.

    Con questo vademecum le proponiamo alcuni suggerimenti per meglio conoscere e conservare il legno della sua casa.


    Norme tecniche per le finestre

    Il livello dei serramenti è oggi valutato mediante la conformità del prodotto alle vigenti norme europee.

    Tali norme prevedono anche l’effettuazione di specifiche prove di laboratorio, atte a determinare in modo oggettivo le prestazioni dell’infisso, quali:

  • Norme tecniche per le finestre

    1) PERMEABILITÀ ALL’ARIA (UNI EN 1026)

    È la caratteristica di una finestra chiusa di lasciare filtrare aria nel caso di una differenza di pressione tra l’interno e l’esterno.

    L’infisso viene fissato alla parete di prova che consente di provocare una differenza di pressione tra la faccia esterna dell’infisso e quella interna, e di misurare il volume d’aria disperso; viene così determinata la permeabilità all’aria dell’infisso.

    La classificazione viene effettuata secondo la norma UNI EN 12207, che prevede tre classi di prestazione (1,2,3,4).

  • Norme tecniche per le finestre

    2) RESISTENZA AL VENTO (UNI EN 12211)

    È la capacità di un infisso sottoposto a violente pressioni e/o depressioni, come quelle causate dal vento, di mantenere una deformazione ammissibile, di conservarele sue proprieta e di salvaguardare la sicurezza degli utenti.

    In pratica, l’infisso viene sottoposto a brusche e violente differenze di pressione, dopodichè si verifica che esso abbia mantenuto le proprie caratteristiche funzionali e prestazionali.

    Secondo la norma UNI EN 12210, l’infisso può venire classiticato in 5 classi per la pressione del vento (1,2, 3, 4, 5) e 3 classi per la freccia relativa frontale (A, B, C).

  • Norme tecniche per le finestre

    3) TENUTA ALL’ACQUA (UNI EN 1027)

    È la capacità di impedire infiltrazioni d’acqua anche sotto l’azione di una pressione differenziale tra interno ed esterno.

    A seconda della pressione raggiunta prima che si evidenzi la perdita, l’infisso viene classiticato in base alla norma UNI EN 12208, che prevede fino a nove classi (in funzione anche del tipo di esposizione del prodotto) - 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 (metodo A - metodo B).

  • Norme tecniche per le finestre

    4) RESISTENZA MECCANICA (UNI EN 107)

    Le prove meccaniche effettuate sulle finestre consentono di determinare gli sforzi necessari alla sua apertura e chiusura, esaminarne il comportamento durante sollecitazioni meccaniche che simulano errate manovre, esaminare l’efficacia dei dispositivi d’arresto e d’apertura, verificare la durabilità dell’insieme serramento-accessori.

    Al termine della prova si verifica che la finestra non presenti inammissibili rotture o deformazioni residue inaccettabili, e che mantenga inalterata la propria funzionalità.

    I limiti di accettazione sono definiti dalla norma UNI 9158.

  • Norme tecniche per le finestre

    Calcolo del coefficiente di trasmittanza termica
    (UNI EN ISO 10077-1 - UNI EN ISO 10077-2)

    Calcolo del coefficiente di trasmittanza termica (UNI EN ISO 10077-1 - UNI EN ISO 10077-2) Il coefficiente di trasmittanza termica (UW) indica quanta energia termica disperde il serramento o la chiusura oscurante attraverso la sua superficie.

    Per la sua determinazione si inseriscono i dati relativi alle caratteristiche del prodotto [coefficiente termico della retrocamera;specie legnosa ;spessore medio di telaio - anta;resistivita interne ed esterne] in un programma di calcolo opportunamente predisposto ottenendo cosi il suo valore numerico.

    Il coefficiente si esprime in [W/m2K].

    Si tenga presente che maggiore e il valore della trasmittanza termica maggiore risulterà la dispersione di calore.

  • Norme tecniche per le finestre

    Determinazione del potere fonoisolante
    (UNI EN ISO 140/3 - UNI EN ISO 717-1 UNI EN 14351-1 - UNI EN 20140 parte 10)

    Il potere fonoisolante di un elemento di edificio (serramenti, cassonetti, porte), che si esprime in decibel (dB) e si indica con Rw (C;Ctr) può essere determinato:
    Facendo riferimento ai serramenti (finestre, porte):
    a) Con un metodo di prova diretto, contenuto nella norma internazionale UNI EN ISO 140/3, attraverso cui si rileva il potere fonoisolante del serramento installato su una parete divisoria di una doppia camera riverberante che verrà corretto con dei diagrammi contenuti nella norma UNI EN ISO 717 -1;
    b) In alternativa il potere fonoisonate puo essere stimato utilizzando delle tabelle contenute nella futura norma UNI EN 14351-1 che per poter essere utilizzate richiedono la conoscenza della classe di permeabilità all’aria del prodotto, il numero di guarnizioni e il potere fonoisolante della vetrocamera.
    Si tenga presente che maggiore e il valore del potere fonoisolante Rw (C;Ctr) maggiore risultera la protezione passiva contro il rumore.

  • Norme tecniche per le finestre

    Resistenza all’effrazione
    (UNI ENV 1628 - UNI ENV 1629 - UNI ENV 1630)

    Vengono valutate le caratteristiche di resistenza all’effrazione di finestre, porte, chiusure oscuranti sotto le azioni di carico statico, carico dinamico, attacco manuale, compiute da congegni o tramite l’utilizzo di attrezzi indicati nei metodi di prova (UNI ENV 1628 - UNI ENV 1629 - UNI ENV 1630); vengono quindi simulate attraverso tali attrezzi e congegnale azioni più comunemente adottate dallo scassinatore che cerca di entrare nelle abitazioni.

    Nel corso ed alla fine della prova vengono rilevati tutti i degradi ed i tempi di attacco a cui il campione e stato sottoposto, stabilendo la classe di resistenza del serramento seguendo le indicazioni fornite dalla UNI ENV 1627.

  • Norme tecniche per le finestre

    Resistenza al vento dei sistemi oscuranti
    (UNI EN 13659 - UNI EN 1932)

    È la capacita del sistema oscurante sottoposta a forti pressioni e depressioni, come quelle causate dal vento, di conservare le loro proprietà e di salvaguardare la sicurezza degli utenti.
    A seguito dell’applicazione dei carichi di vento previsti, non devono essere riscontrabili rotture o degradi pericolosi per l’utente finale, quali (ad esempio) la fuoriuscita dei dispositivi di bloccaggio.
    Le pressioni che vengono applicate sul prodotto dipendono fortemente dalla resistenza che il prodotto, nel complesso di materiali che lo compongono ed accessori, e in grado di offrire.
    Inoltre, durante l’effettuazione del test di resistenza ai carichi del vento, si effettuera anche la prova di misurazione dello sforzo di manovra, che prevede la rilevazione della forza necessaria alia messa in movimento dell’anta (sia in estensione che in ritiro) dopo ogni colpo di pressione al vento.
    In tal modo sara possibile valutare, a seguito dei degradi causati dalle pressioni del vento, la funzionalita complessiva del prodotto e il relative aumento (misurato in percentuale) della forza necessaria alia movimentazione delle ante.

 (Clicca sulle frecce per visualizzare le pagine)